I miei Viaggi di Guarigione

In questi anni dedicati alla ricerca della memoria del SÉ e di Verità perdute ho proposto ripetutamente seminari di consapevolezza con due viaggi in luoghi del Sacro, Lourdes (Francia) e Isola Maggiore sul Lago Trasimeno (Perugia).

Intendo per Sacro semplicemente tutto ciò che stimola la riconnessione al sentire profondo del SÉ, a sua volta eternamente connesso alla Vera Sorgente dell’Amore per la Verità del Vero Bene.

In questo Tempo impastato di menzogne e politicamente avverso alla ricerca del Vero, questi viaggi sono sospesi. La stessa Acqua delle sorgenti dei loro PortHali risulta alterata e disturbata nella sua funzione di liberatrice del sentire.

Per ora li riporto sul sito come memoria storica da riproporre non appena la Terra e noi saremo liberati dalla malefica rete di basse frequenze che ci stanno avvolgendo per ostacolare il risveglio e la liberazione delle coscienze.

Tuttavia ora più che mai la corsa verso la Libertà è inarrestabile per la Terra e per tutti coloro che appartengono per Scelta alla Sorgente dell’Amore Puro per il Vero e reciproco Bene.

Lourdes

Quando si parla di Lourdes si associa sempre l’idea di un viaggio cattolico con le relative Funzioni religiose! Che peccato! Terra e Cielo non sono possesso di nessuno, soprattutto nei Portali interdimensionali come appunto è Lourdes.

Anticamente la parola che definiva il luogo era Lourde senza la s finale, che ha il significato di Porta.

Lourde è dunque un Portale interdimensionale ed è molto forte per riconnetterci alla Sorgente dell’Amore per il Bene e per il Vero, che ci fa percepire la nostalgia di un ricordo perduto, di un’appartenenza spirituale libera che ha in sé la memoria di un modo di amare più maturo, responsabile, consapevole.

Spesso si confonde la semplicità con la superficialità, l’affidarsi con la sottomissione, la ricerca profonda oltre il dogma con l’assenza di fede. È tempo di prendersi la responsabilità del proprio tacito consenso a interpretazioni di Leggi dogmatiche parzialmente vere. Abbiamo tutto il diritto di approfondire tutto ciò che ci lascia perplessi iniziando con l’ammettere sinceramente, senza senso di colpa o vergogna, di sentire altrimenti.

Ascolta il suono del fiume Gave

Isola Maggiore sul Trasimeno

L’Arcangelo Michele dipinto da Bartolomeo Caporali (XV sec.) all’interno della Pieve di San Michele Arcangelo

Il Viaggio interiore alla ricerca del SÉ ci ha portati all’Isola Maggiore in Trasimeno alla Pieve dell’Arcangelo Michele, per noi Archetipo Maschile della Forza che libera la Verità nel discernimento per la giusta scelta unita all’azione responsabile e consapevole.

Video del Viaggio di Guarigione all’Isola Maggiore tenutosi dal 20 al 22 settembre 2019

Lettera ai partecipanti del Viaggio di Guarigione all’Isola Maggiore tenutosi dal 28 al 30 settembre 2018

GRATITUDINE

Domenica 30 settembre, il gruppo del nostro Viaggio interiore ed esteriore alla Pieve dell’Arcangelo Michele all’Isola Maggiore nel Lago Trasimeno si è sciolto.

Ci siamo festosamente e affettuosamente salutati nel primo pomeriggio tra i colori vivaci di magliette ancora estive, cielo azzurro, lago calmo e fresco, aria tersa di un Settembre ancora generosamente caldo e luminoso.

Non è mai facile staccarsi da un Luogo Sacro, dalla sua Dimensione ultraterrena, dal suo Tempo che non è il nostro tempo ma una Musica assoluta che permette a quella parte più intima di noi, a volte da noi stessi ignorata, di prendere respiro per farsi finalmente sentire. … ascoltare.

Continua a leggere…

Troppo raramente nel vortice della vita… vita??? dedichiamo respiro e attenzione a questa Presenza che discreta e paziente attende il nostro riconoscimento come Parte Suprema di noi stessi.

Presi come siamo dalla fretta con il suo ritmo fastidioso e disturbante e dalla sollecitazione di falsi obiettivi, non ci accorgiamo che qualcosa ci sposta continuamente il focus e ci ruba la vita, la NOSTRA VITA, tenendoci in una dimensione illusoria. Quanta zavorra cerca di compensare quel Sacro Vuoto, che vuoto non è, di cui nessuno ci parla alla nascita e se lo fa distorce completamente il Vero spostando la nostra origine stellare su una colpa originaria che cancella il ricordo della nostra vera origine e della sua Sorgente autentica.

Si dice che il pellegrino vada in un Luogo Sacro per diventare un altro.

Nei nostri Viaggi di Guarigione andiamo in un Luogo Sacro, Portale interdimensionale, per lasciare l’incantesimo paralizzante dell’illusione di ciò che non siamo per arrivare alla percezione profonda di ciò che veramente siamo, al ricordo seppure velato della nostra Vera Sorgente, all’illuminazione consapevole della funzione della nostra sofferenza, all’accoglienza di quel cambiamento tanto osteggiato a causa di una prepotente e devastante paura.

Lì, la Terra ci parla, l’Acqua ci parla, il Vento ci parla, il Cielo e le Stelle ci parlano e noi riusciamo piano piano a sentire interiormente la loro Voce che ci accompagna alla percezione del nostro SÉ.

Lì impariamo a guardarci l’un l’altro come specchio di una parte sconosciuta di noi e a capire la grande e reciproca funzione di liberazione. Lì impariamo a liberarci dalla trappola del giudizio e a trovare la strategia per andare oltre, per distinguere la Verità di ciò che è Vero dalle false verità.

Prende forma allora un Tempio Vivente le cui colonne siamo noi stessi pellegrini, la cui Musica è composta dalle voci di ognuno che sta imparando a lasciare scorrere la Luce che lo attraversa come nel cerchio là …sulla collina… alla Pieve dell’Arcangelo, al tramonto, circondati dagli olivi, con alle spalle il piccolo cimitero di anime che hanno attraversato quell’isola nei secoli e davanti a noi il Lago. … immobile. … e il Sole. …incredulo. … che ha tardato, tardato, tardato a scivolare dietro la collina e a lasciare alla sera l’estasi della Bellezza della nostra unica Voce.

Con Gratitudine

Maria Cristina Rosi Piras

Torna su